Sai che a Roma…c’è una civetta sul cavallo di Marco Aurelio?

Marco Aurelio

La civetta canterà preannunciando la fine del mondo e volerà via quando tutta la statua equestre di Marco Aurelio “scoprirà in oro", cioè tornerà interamente in oro . Questo dice la leggenda popolare e da qui viene anche il modo di dire ormai non più usato “scoprì in oro come Marcurelio”, ovvero “essere alla fine”.

La statua di Marco Aurelio è in bronzo dorato, e resta qua e là ancora qualche traccia di doratura. La civetta è proprio lì, tra le orecchie del cavallo, anche se in realtà non di una civetta si tratta, ma solo del ciuffo della criniera.Quando fu realizzata la copia della statua equestre da esporre in Piazza del Campidoglio, i superstiziosi potevano temere che il gemello del Marco Aurelio potesse splendere nella sua nuova doratura, e quindi “scoprire in oro”, e far avverare la profezia. Ciò non è avvenuto perché la doratura poteva ottenersi solo usando mercurio, sostanza altamente inquinante. Questa idea fu quindi scartata e la civetta è ancora lì…